Il counseling in scena

Il counseling va in scena: non credo che altro titolo possa essere più adatto in questo periodo storico.

Entrare in scena significa prendere posto, posizione, assumere un ruolo, essere protagonisti e parte attiva del processo di costruzione della professione in tutti i suoi aspetti. Questo richiede una comune e condivisa responsabilità, che riguarda chiunque si occupi di counseling. L’etica professionale non è “soltanto” il rispetto di leggi e norme deontologiche, è un atteggiamento e un modo di essere che richiede la condivisione di valori, principi su cui confrontarsi, dialogare costantemente, interrogarsi su come questi prendono forma e si concretizzano.

Le attività dei tavoli sul counseling, che hanno avuto inizio al convegno di Assago nel 2016, i gruppi di lavoro, l’assiduo e costante operato del Comitato Scientifico, la presenza a tutti i tavoli istituzionali, la struttura che negli anni si è andata progressivamente definendo, evidenziano la visione e l’intento della nostra associazione.

Visione che ha un assunto fondante: il counseling ha una sua identità e specificità.
Il “confronto” tra il sistema autorizzatorio e accreditatorio sta muovendo i suoi primi passi dopo la Legge 4/2013. Il percorso che dovrà portare un domani alla costruzione di un sistema integrato è complesso, trattandosi di due sistemi profondamente differenti, che faticano a dialogare e trovare punti in comune.

Il presente contiene i semi del futuro e questo non può essere dimenticato: quale futuro immaginiamo per la nostra professione, per gli allievi che frequentano le scuole, per i futuri professionisti?

Come consolidare l’interdisciplinarietà, quali sono le esperienze che stiamo maturando?

Mi piace pensare a una struttura associativa che abbia un pensiero creativo, capace di costruire oltre le difficoltà del presente, che persegua costantemente qualità e trasparenza, che sviluppi modelli nuovi di esercizio della professione, che sostenga con decisione ciò che è stato acquisito. Per tutto questo ci vuole passione, competenza, visione e generosità.

Buon lavoro a tutti noi.

Lucia Fani
Presidente AssoCounseling

© Riproduzione riservata

The following two tabs change content below.
Lucia Fani
Trainer Counselor, iscr. Reg. A0002. Counselor professionista ad indirizzo psicosintetico dal 2001, mediatrice familiare e avvocato, svolge attività di counseling individuale e di gruppo. Presidente di AssoCounseling, è inoltre Vicepresidente del CoLAP.
Lucia Fani

Ultimi post di Lucia Fani (vedi tutti)

Vuoi citare questo articolo?

Per citare questo articolo ti rimandiamo alle informazioni dettagliate contenute in questa pagina

Vol. 4, N. Speciale, Nov. 2017

Vol. 4, N. Speciale, Nov. 2017

In questo numero

Editoriale

Il counseling in scena
Lucia Fani

Atti congressuali

Gli atti integrali del VIII convegno nazionale di AssoCounseling, Il counseling in scena, sono integralmente scaricabili da questa pagina.