Identità e cultura

Se chiediamo alla gente chi (che cosa) è un counselor, oppure qual è il suo ruolo professionale, molto spesso non lo sa. Questo significa che occorre far conoscere la nostra identità professionale, far entrare il termine counseling nel linguaggio comune. Operiamo all’interno delle “professioni di aiuto”, siamo “professionisti dell’ascolto” ma l’universo del counseling è molto complesso. Comprende operatori che hanno percorsi formativi, esperienze e ambiti d’azione estremamente eterogenei.

Però siamo tutti counselor. E quindi è opportuno, almeno fra noi, definire meglio la nostra identità, conoscere e approfondire la nostra professionalità, per poterla poi comunicare all’esterno. Ma a questo punto sorge una domanda. Abbiamo un’associazione di categoria, AssoCounseling appunto. Abbiamo un sito web ricchissimo di ogni tipo di informazione. Organizziamo anche eventi in cui incontrarci e confrontarci. Perché quindi dotarci di un altro strumento come una pubblicazione? La risposta l’ho già fornita: dobbiamo far conoscere la nostra identità professionale.

E in questo preciso momento storico limitarsi a “fare informazione” è riduttivo. Non basta. Dobbiamo “fare cultura”.

Per comprendere in modo ancora più incisivo che, pur nella nostra eterogeneità, siamo parte di uno stesso mondo, di cui dobbiamo conoscere meglio le geografie, le evoluzioni, i confini. Un mondo dove convivono tante etnie culturali ma la cui struttura genetica è la stessa.

Ed è da questa che, con la Rivista Italiana di Counseling, vogliamo partire. Per analizzarla, studiarla e conoscerne il codice. Da cui derivare, finalmente, l’anatomia più profonda della nostra professione, nutrire la nostra crescita e consolidare la nostra
identità.

Così facendo non solo potremo spiegare che non siamo avvocati, non siamo terapeuti e non siamo moltissime altre cose. Sarà un sollievo poter semplicemente dire “siamo counselor”. Sicuri di essere capiti.

Lucia Fani
Presidente AssoCounseling

© Riproduzione riservata

The following two tabs change content below.
Lucia Fani
Trainer Counselor, iscr. Reg. A0002. Counselor professionista ad indirizzo psicosintetico dal 2001, mediatrice familiare e avvocato, svolge attività di counseling individuale e di gruppo. Presidente di AssoCounseling, è inoltre Vicepresidente del CoLAP.
Lucia Fani

Ultimi post di Lucia Fani (vedi tutti)

Similar posts
  • Le relazioni che nutrono: apertura dei lavori Buongiorno a tutti, ben arrivati. È con grande emozione e gioia che apro il sesto convegno nazionale di AssoCounseling, un convegno che vede la presenza di un numero sempre maggiore di colleghi, scuole, ospiti che partecipano al [...]
  • Counseling e psicologia professionale: una convivenza possibile? Grazie, grazie a tutti. Buongiorno a tutte le socie e a tutti i soci di AssoCounseling, ai referenti delle scuole e ai loro collaboratori, agli allievi, ai counselor esterni, ai relatori e agli ospiti. Anzitutto vorrei ringraziare tutti voi, al di fuori di ogni [...]
  • Lessico e humus Il numero che state sfogliando esce a ridosso del sesto con­vegno nazionale di AssoCounseling. Sei anni di strada che hanno portato il counseling in Italia a confrontarsi sempre di più e sem­pre più concretamente con la complessità che lo [...]
  • Il valore della complessità Il primo numero di una rivista è sempre un po’ speciale. Se poi si tratta della prima rivista italiana che si propone di parlare di counseling in modo trasversale e rispettoso dei singoli approcci, coniugando il rigore della scientificità all’apertura mentale e teoretica, oltre che epistemologica, lo è ancora di [...]

Vuoi citare questo articolo?

Per citare questo articolo ti rimandiamo alle informazioni dettagliate contenute in questa pagina