Comitato scientifico

Jessica BertolaniJessica Bertolani
Ph.D. in Scienze dell'Educazione, collabora con l'Università degli Studi di Verona dove svolge la sua attività di ricerca sul counseling educativo. E' membro del Centro di ricerca educativa e didattica (CRED), professore a contratto alla School of Education e ricercatore del Center for School Counseling Outcome Research & Evaluation presso la University of Massachusetts.
John C. CareyJohn C. Carey
John C. Carey, Ph.D., è professore della University of Massachusetts Amherst, presso il Department of Student Development. Si occupa di counseling, educazione, psicologia, sviluppo cognitivo e competenze sociali.
Pietro PontremoliPietro Pontremoli
Laureato con lode in Filosofia presso l'Università degli Studi di Pavia, ha poi conseguito il Diploma di Master Universitario di II livello in Counseling filosofico. E' Direttore Scientifico della Scuola di Counseling Filosofico Autogeno di Pavia, responsabile didattico di Lyceum e docente di filosofia applicata presso l'Università per l'età adulta Uni-Crema.
Theodore P. RemleyTheodore P. Remley
Ph.D. in counseling, J.D. E' Preside del Dipartimento di Counseling, Old Dominion University, Nortfolk, Virginia (USA). In passato è stato coordinatore dei programmi educativi in counseling presso la George Mason University, la Mississippi State University e la University of New Orleans. E' stato Direttore esecutivo della American Counseling Association (ACA).

 

Funzioni

Il Comitato scientifico è composto da esperti qualificati in diversi ambiti del counseling in particolare e delle scienze umane e sociali in generale.

Sostiene il progetto editoriale per sollecitare e orientare più efficacemente le collaborazioni. Contribuisce alla politica editoriale della rivista, decidendo sulla pertinenza della pubblicazione di articoli nel caso di divergenza tra autori. Assicura la qualità dei contenuti della Rivista Italiana di Counseling attraverso i propri orientamenti e le proprie valutazioni.

I membri del Comitato scientifico possono pubblicare articoli nella rivista purché sia rispettato il sistema del doppio cieco.